Contenuto Principale

Sognare in Salento

Sognare in Salento nasce dalla volontà di promuovere il salento e di f...

  • Sognare in Salento

Errore
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items

TEATRO ITALIA

ore 21:00

Venerdì 10 Maggio


Allabua


presentano

"RUSSU TE SIRA"

il nuovo disco


INGRESSO GRATUITO
FINO AD ESAURIMENTO POSTI

RITIRO BIGLIETTI
h. 18:30/22:30
presso il botteghino del teatro

INFO LINE  0833 266940

Pubblicato in Concerti

labbiggiata1  labbiggiata2

" E' passato un anno da quando Mino non c'è più, e in questi 365 giorni i suoi amici, " fratelli" non hanno fatto altro che pensare a lui e a un modo per ricordarlo degno della sua persona umile e buona. E' così che prende vita il "1° Memorial Mino Casalino" fortemente voluto dall'Associazione Artistico Culturale "Off Limits" (presidente Stefano Nazaro) e organizzato con la preziosa e indispensabile collaborazione della Città di Gallipoli. Nobili iniziative caratterizzano il programma che si apre il 27 Aprile per concludersi l'8 Maggio.

Il 29 Aprile, serata fulcro di tutto il programma sarà rappresentata dalla stessa associazione, dopo 38 anni dalla sua prima messa in scena l'opera drammatica "Labbiggiata" di Uccio Piro. Così scrive Sarino Spada nella sua prefazione all'opera, "Un'opera scritta in sole 7 notti nel lontano 1972", in una forma di dialetto gallipolino ancora in uso nella prima metà del secolo scorso e spazia da un colorito linguaggio, che richiama il verismo di Verga alla pura lirica, dando ad ogni personaggio un suo appropriato e accurato parlare dell'epoca.

"Labbiggiata" è un dramma corale con personalità collettiva che conferisce un senso alle azioni dei suoi personaggi in un contesto tematico e prevalente il cui nesso logico è dato dal paese che ancora, nostalgicamente, vive nel ricordo di un prosperoso e fiorente passato e non sa trovare il punto di rottura per il superamento di quell'atmosfera fatalistica che avvolge uomini e cose, come il forte vento di libbeccio che da secoli, arrivando impetuoso e improvviso, percuote le brune scogliere dell'antica città travolgendo il "suo brulicare di popolani, con i loro problemi, i loro vizi, nonchè le antagonistiche situazioni politiche" e lascia dietro di se scompiglio e incolmabili tragedie che, partendo da quella personale, si estendono nel più vasto contesto sociale del paese. Si può, dopo " labbiggiata" superare il passato senza lasciare tracce? oppure ci ritroveremo come al sartriano gioco degli specchi con l'immutabile tragedia dell'esistenza?

G. Albahari nel 1979 scrisse "...l'opera più volte rappresentata ha goduto di fama a livello nazionale ed è presente nella mente e nel cuore dei gallipolini (sono frequenti le richieste di replica della trasposizione teatrale); ottimamente delineati i personaggi, "colorito" e reale il linguaggio, assolutamente originale la trama; frequenti i momenti poetici tra cui ...si eleva alle vette della lirica più pura e pregnante la " preghiera alle madonne di gallipoli"

L'opera labbiggiata si avvale di un commento musicale originale per pianoforte appositamente composto dal M° Prof. Bruno Giordano nel 1975 e suonate ora dal vivo dalla Sig.ra Paola Piro figlia dell'autore dell'opera.

Rappresentazioni teatrali:
  • 29/06/1975 teatro T. Schipa gallipoli a cura del gruppo teatrale del "Circolo culturale giovanile di gallipoli " con la regia dell'autore inserite nelle manifestazioni del "Festival di Casa Nostra "  (oggi premio barocco);
  • 22/07/1975 a grande richiesta replica al Teatro Italia 
  • 2/10/1976 Teatro italia regia dell'autore a cura del gruppo teatrale "Circolo culturale giovanile di gallipoli" in occasione della consegna del premio " Cinema e Teatro all'attore Riccardo Cucciolla che, presente alla rappresentazione rilascia dedica autografa.
  • 17/03/1987 teatro Italia  a grande richiesta (vedi gazzetta del Mezzogiorno del 17/03/1987) a cura della comunità del canneto  con una esmplare regia di gruppo.
  • 16/08/1999 Piazza Duomo gallipoli a cura del gruppo teatrale dell'associazione Artistico culturale "Sandro Cortese" con la regia della Prof.ssa Laura Magliola.
L'Associazione "Off Limits" è una piccola realtà di giovani ragazzi gallipolini che opera sul territorio da qualche anno, curando e organizzando eventi nei vari periodi dell'anno in particolare il periodo natalizio con il presepe artistico vivente presso il chiostro della chiesa di san Francesco d'assisi e il carnevale con la maschera tipica del titoru.
Arriva oggi con l'organizzazione del "1° memorial Mino casalino" a presentarsi al grande pubblico.
Pubblicato in Eventi

L'Italia da Spettacolo

 danilok

Pubblicato in Concerti

MERCOLEDI' 27 FEBBRAIO

ORARI SPETTACOLI

20:30 - 22:30

PREZZI

INTERO € 7,00 - RIDOTTO € 5,00

Trama del film The Doors Live At The Bowl '68:
Registrato il 5 luglio del 1968 all’Hollywood Bowl di Los Angeles, il concerto è stato oggi rimasterizzato da Bruce Botnick, lo stesso fonico che all’epoca si occupò della registrazione su un otto piste a bobina, e che, grazie alla più moderna tecnologia, ha potuto ricostruire non solo il video integrale del concerto, ma anche garantire un miglioramento qualitativo senza precedenti con audio surround 5.1. La nuova edizione del concerto comprende anche una ricca parte di contenuti extra. Quasi cinquanta anni dopo, la musica dei Doors e l'eredità che ha lasciato è influente più che mai. Non c'è mai stata una band che abbia così tanto rivoluzionato il rock e la società, e questo film concerto si rivolge sia ai più accaniti fan, che alle giovani generazioni che potranno scoprire il mito dei Doors.

USCITA CINEMA:
GENERE: Documentario, Musicale
DISTRIBUZIONE: Microcinema
PAESE: USA 2013
FORMATO: Colore

Pubblicato in Concerti
Questo nuovissimo lavoro è improntato su uno stile di commedia all'italiana, dove si racconta uno spaccato di vita dei primissimi anni 80, naturalmente in versione gallipolina, da cui emergono le mode, i costumi, le canzoni di quegli anni...
In una chiave di lettura tutta nuova, l'associazione teatrale "'A Cumbriccula", con STAVENE MEJU QUANDU STAVENE PESCJU, chiude la trilogia della "commedia alla gallipolina" il 12 Marzo 2013 alle ore 21:00 presso il Teatro Italia di Gallipoli. 
Questa trilogia ha avuto il suo esordio con "Cci sse face pe lli sordi" , proseguendo con "Sta vita è na cambiale e quandu scate...." per poi chiudere questo filone con quest'ultima.., che ha nel congiungimento platea / palcoscenico la sua massima prerogativa... 
Fortemente esilarante per il suo testo e nello stesso tempo straordinariamente contaggiosa nel suo evolversi, che vedrà nello spettatore un interprete aggiunto. 
Attori: Anna Furio - Giovanni Solidoro - Mary Cacciatore - Amedeo Alemanno - Emanuele Frisenna - Lidia Caiffa - Irene Caiffa - Antonietta Mecca - Isaura Scorrano - Lola Giuranna - Mino Nazaro - Francesco Zacà - Lory Gatto - Alba Carrozza.
Costo Biglietto: € 10,00 ( già in vendita )
Testo e regia: Luigi Bottazzo
Scenografie: Daniele Suez
Pubblicato in Tradizioni

Fabio Concato è una delle più belle certezze della nostra musica d'autore. 

Nel corso degli anni, ha saputo ritagliarsi uno spazio importante per le sue canzoni, narrando in modo molto personale le piccole grandi storie della quotidianità. Nostalgie, ricordi, speranze, rivelazioni e confessioni appena delineate, lampi d'allegria contagiosa e momenti di grande tenerezza popolano il mondo delle sue canzoni, simili a foto, illustrazioni e annotazioni in un diario della memoria che è sempre riuscito a fare breccia sia nell'immaginario che nella sensibilità del pubblico. 

Nasce a Milano, il 31 Maggio 1953, in una famiglia ricca di stimoli culturali e musicali: la madre è giornalista e stimata poetessa, il padre ottimo chitarrista e noto autore e divulgatore della musica jazz.

Pubblicato in Concerti