Contenuto Principale

Sognare in Salento

Sognare in Salento nasce dalla volontà di promuovere il salento e di f...

  • Sognare in Salento

Errore
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items
Chiesa Concattedrale di Sant'Agata
santagata Presso l’archivio di Stato di Lecce si trova un documento nel quale vi é scritto che il 31  maggio del 1629 si svolse la cerimonia della posa della prima pietra della Cattedrale alla presenza dell’arciprete don Michele di Valandia, pri­ma Dignità del Capitolo, in rappresentanza del Vescovo Consalvo De Rueda in quei giorni assente, perché a Napoli, e di numerosi cittadini. Per coprire le spese dei lavori concorrono i lasciti del munifico G. Giacomo Lazzari (uno degli uomini più illustri della Città, vissuto a cavallo del seicento, divenuto protomedico di Sicilia e professore di filoso­fia e medicina nell’Università di Messina, morto in Lecce nel maggio del 1628). Altre cospicue donazioni vengono dal vescovo De Rueda, dalle famiglie gallipolitane dei Venneri, dei De Marco, dei Cariddi ed ancora dai cittadini come i De Magistris, i Protopapa, i Munittola e lo stesso G. Andrea Coppola il quale si offre a dipingere la stupenda tela riproducente  il Martirio di Sant’ Agata, come segno di riconoscimento per il diritto di patronato all’altare dedicato all’Assunzione di Maria al cielo.

Storia-Origini

La Concattedrale di S. Agata si trova nel cuore della città vecchia, nell’ammirarla non si può fare a meno di notare il suo carparo che esprime totalmente il barocco leccese. Edificata nel 1629 per volere del facoltoso medico Gian Giacomo Lazzari, che ne affidò la costruzione agli architetti Scipione Lachibari e Francesco Bischetti, essa sorge sui resti di un’antica chiesa medievale dedicata a S. Giovanni Cristoforo. Il prospetto è caratterizzato da nicchie contenenti le statue in pietra di Sant'Agata, di San Fausto, di San Sebastiano, di Santa Marina, di Santa Teresa d'Avila e i busti dei Santi Agostino e Giovanni Crisostomo impostati sui riccioli delle volute di raccordo. Invece l’interno è a croce latina a tre navate, con due file di colonne in ordine dorico realizzate in carparo; le numerose tele, di artisti del '600 e '700, fanno della concattedrale una vera e propria pinacoteca; vi sono opere del gallipolino Andrea Coppola, del napoletano Nicola Malinconico e del figlio Carlo, di Giovan Domenico Catalano e Francesco Giordano. Nel presbiterio, delimitato da una balaustra marmoria, s'innalza un maestoso altare maggiore in marmi policromi, opera dell'artista bergamasco Cosimo Fanzago, che ne esaltano la forma, mentre lungo le navate laterali si possono ammirare le numerose pale d'altare realizzate dai pittori gallipolini che raffigurano molte scene religiose, tra cui una buona parte riguardano Sant'Agata e poi vi è l'Adorazione dei Magi, l'Assunta, il Miracolo di San Francesco da Paola, la Vergine col Bambino, i Santi Andrea Apostolo, Giovanni Battista e l'Entrata in Gerusalemme. Intorno all'altare ci sono la Cattedra vescovile ed il grande Coro in legno di noce con quarantuno stalli. La Basilica fu impreziosita ulteriormente per volere del Vescovo Consalvo De Rueda e conserva anche diverse reliquie di santi, poste in grandi teche.

In passato la cattedrale custodiva la reliquia della mammella di Sant’Agata, ora situata presso la chiesa di S. Caterina d’Alessandria a Galatina.

Si può accedere nella chiesa, posta su un piano rialzato rispetto a quello stradale, salendo per tre gradini attraverso l’ampio ingresso centrale o i due più piccoli laterali. Le dimensioni dell’impianto risultano di m. 45 nella lunghezza massima e di m. 31 nella larghezza; l’altezza, nel punto più elevato è di m. 30.

La navata centrale ha dodici colonne doriche che, sino all’incrocio con il transetto, si succedono su ogni lato nel seguente ordine:

-   la prima è addossata alla parete di fondo;

-   le tre successive sono libere, cioè intervallate

-   le ultime due sono binate.

Esse con il loro capitello e con il cestello superiore fanno da base di appoggio agli eleganti archi a tutto sesto e finemente decorati, mentre gli spazi che si determinano tra gli archi stessi, sino alla fascia dell’architrave, sono ornati con rosoni.


Galleria

Esterno

Interno

Altari

Campane

Organo

Sagrestia

Seminario

Terrazzo

Torre dell'Orologio


Pianta

santagata pianta

1) Altare "San Isidoro Agricola"
10) Altare SS. Sacramento
2) Altare "I Miracoli di San Francesco Da Paola"
11) Vecchio Uff. Parrocchiale
3) Altare "Adorazione Dei Magi"
12) Altare "Martirio di San Sebastiano"
4) Altare "Vergine col Bambino"
13) Altare "SS. Immacolata"
5) Vecchia uscita 14) Altare "Trinità con le Anime del Purgatorio"
6) Altare "Martirio di Sant’Agata"
15) Altare "Assunzione della Vergine"
7) Altare "Santa Maria del Soccorso"
16) Altare "Incoronazione"
8) Sacrestia 17) Cappellone
9) Altare Maggiore  


Altari

Gli Altari sono distribuiti così:

nella zona sacramentale e del coro si erge l'incomparabile Altare Maggiore;

nei bracci del transetto abbiamo:

l'Altare "Santa Maria del Soccorso" e l'Altare "SS. Sacramento";

poi abbiamo cinque altari nella navata di sinistra:

Altare "San Isidoro Agricola", Altare "I Miracoli di San Francesco Da Paola",

Altare "Adorazione Dei Magi", Altare "Vergine col Bambino",

Altare "Martirio di Sant’Agata";

poi abbiamo cinque altari nella navata di destra:

Altare "Incoronazione", Altare "Assunzione della Vergine",

Altare "Trinità con le Anime del Purgatorio", Altare "SS. Immacolata",

Altare "Martirio di San Sebastiano";

santagata altare maggiore

Altare Maggiore

L'

santagata latosx1 altare sanisidoro 01

Altare "San Isidoro Agricola"

L'

santagata latosx2 altare miracolisanfrancesco 01

Altare "I Miracoli di San Francesco Da Paola"

L'

santagata latosx3 altare adorazionedeimagi 01

Altare "Adorazione Dei Magi"

L'

santagata latosx4 altare verginecolbambino 01

Altare "Vergine col Bambino"

L'

santagata latosx5 altare martiriosagata 01

Altare "Martirio di Sant’Agata"

L'

santagata latosx6 altare soccorso 01

Altare "Santa Maria del Soccorso"

L'

 

Altare "Incoronazione"

L'

santagata latodx1 altare incoronazione 01

 

Altare "Assunzione della Vergine"

L'

santagata latodx2 altare assunzionevergine 01

 

Altare "Trinità con le Anime del Purgatorio"

L'

santagata latodx3 altare trinitaanime 01

Altare "SS. Immacolata"

 

L'

santagata latodx4 altare ssimmacolata 01

Altare "Martirio di San Sebastiano"

L'

santagata latodx5 altare martiriosansebastiano 01

Altare "SS. Sacramento"

L'

santagata latodx6 altare sssacramento 01

Campane-Organo

Le campane sulla Cattedrale hanno la particolarità, data dalla perfetta fusione del metallo, che il loro suono é inconfondibile con le altre, infatti con determinate condizioni di vento, lo si può sentire anche nella città nuova.

santagata torre campane

santagata torre campana a

La prima del peso di quintali 5,75 porta la seguente iscrizione:

AES SACRUM CAMPANAE QUOD IN HONOREM VIRGINIS MARIAE DEI PARENTIS IMMACULATAE AB OMNI LABE ORIGINALIS CULPAE IN SUA INTEGERRIMA CONCEPTIONE EX ANIMO DEVOTE SACRAVIT ILL. ET RLV. EPISC. D. ANTONIUS LA SCALA A. R. 5. MDCCCLVI IN CATHEDRALI GALLIPOLITANA.

La seconda del peso di circa quintali tre porta la seguente iscrizione:

CAIETANO MULLER EPISCOPO ET R. SUBECONOMO F. D’ELlA CURANTE. FRANCISCUS OLITA A. D. 1899 LYCII REFUNDIT ME FRACTAM QUAM MICHAEL OLITA EIUS PROAVUS CAROSINI FUDERATA. D. 1864.

santagata torre campana b

santagata torre campana c

La terza, la più grande di circa quintali 10, porta la seguente iscrizione:

MODERANTE ECCLESIAM BENEDICTO XIV IMPERANTE IN REGNO AMBAR SICILIARUM CAROLO BORBONIO REGE. GALLIPOLIT. SEDEM ARCHIEPISCOPO ANTONIO MARIA R. A. PISCATORI LT MANTECAZA A. D. MDCCXLII. SANCTUS DEUS. + SANCTUS FORTIS + SACTUS IMMORTALIS + MISERERE NOBIS + PER IPSUM + CUM IPSO + ET IN IPSO + EST TIBI DEO PATRI OMNIPOTENTI IN UNITATE SPJRITUS SANCTI + OMNIS HONOR + ET GLORIA AMEN + 1744.

La quarta campana (non esistente più), del peso di 1 quintale, portava la seguente iscrizione: "Giuseppe Olita da Lecce fuse 1895". Questa campana fu sostituita con l’attuale nel 1935 fatta fondere a Trani da Nicola Giustozzi.

santagata torre campana d1     santagata torre campana d2     santagata torre campana d3



santagata organoL'Organo dentro la Cattedrale di Sant'Agata








Torre Tarloce

Della torre si iniziò a parlare già dal 1518. Alla fine del 1700 fudistrutta perchè si diceva che fosse stata costruita male, la nuova torre si fabbricò tra il 1704 e il 1712 con sindaco Enrico Roccio. L'orologio "Tarloce" fù inserito nel 1746, si fabbricò pureil campanile e inserita la campana nuova.


Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
 
Ricerca / Colonna destra

Le Chiese

Previous Succ.
San Geraldo Maiella San Geraldo Maiella Chiesa San Geraldo Maiella PAGINA IN ALLESTIMENTO   -   PAGINA IN ALLESTIMEN... Read more
San Giuseppe e della Buona Morte San Giuseppe e della Buona Morte La Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, è stata costruita nel 1598, e dal 1904 viene usata da... Read more
San Luigi San Luigi Chiesa di San Luigi PAGINA IN ALLESTIMENTO   -   PAGINA IN ALLESTIMENTO &n... Read more
San Lazzaro San Lazzaro Chiesa di San Lazzaro PAGINA IN ALLESTIMENTO   -   PAGINA IN ALLESTIMENTO ... Read more
Ss Trinità e delle Anime del Purgatorio Ss Trinità e delle Anime del Purgatorio Per favorire la devozione delle Anime del Purgatorio il Vescovo Montoglia istitui, nel 1660, la Co... Read more
Ss Crocifisso Ss Crocifisso La Chiesa del Santissimo Crocifisso si trova lungo le mura di ponente, affianco a quella del Rosario... Read more
SS Medici Cosma e Damiano SS Medici Cosma e Damiano La Chiesa dei SS Medici Cosma e Damiano fatta costruire nel centro storico di Gallipoli' nel 1836 ra... Read more
Santa Teresa Santa Teresa La Chiesa di Santa Teresa si trova vicino alla Cattedrale ed è un gioiello di stile barocco; per la ... Read more
San Giuseppe Picciccu San Giuseppe Picciccu Chiesa di San Giuseppe Picciccu PAGINA IN ALLESTIMENTO   -   PAGINA IN ALLESTIM... Read more
San Pietro dei Samari San Pietro dei Samari La Chiesa di San Pietro dei Samari, situata in aperta campagna a sud della città, è un'antica costr... Read more
San Gabriele dell'Addolorata San Gabriele dell'Addolorata Chiesa di San Gabriele dell'Addolorata PAGINA IN ALLESTIMENTO   -   PAGINA IN ... Read more
San Francesco di Paola San Francesco di Paola La chiesa di San Francesco da Paola si trova lungo le mura di tramontana, di fronte al porto, dalla ... Read more
La città
Il territorio
Monumenti & Luoghi
Le chiese
Arte e Cultura
Società
Tradizioni popolari e religiose
Vernacolo
Curiosità
Stampa e Pubblicazioni
Gastronomia
Associazioni e Gruppi
Sport

Rubriche

Personaggi di ieri e di oggi
Oggi Sposi
Liberi professionisti

Servizi al cittadino

   
   
Tot. visite contenuti : 905466